Le nostre conoscenze – in esclusiva per i nostri membri! Home Conoscenze Internazionale

TAGS: Salute, Controllo alla frontiera, Pandemia, Prescrizioni doganali

CORONAVIRUS, 30.09.2020 | AUTOR: Franziska Meyer

Coronavirus: Situazione attuale in Francia

Dal 15 giugno 2020, la Francia ha abolito tutte le restrizioni all'ingresso alle frontiere interne europee (terra, aria e mare) introdotte per combattere la pandemia di Covid 19.

Entrata in Francia
Dal 15 giugno 2020 alle ore 00:00, le frontiere interne della Francia sono di nuovo aperte a tutte le persone provenienti dall'area Schengen (Svizzera inclusa) e dagli Stati europei non Schengen di Andorra, Bulgaria, Irlanda, Croazia, Monaco, Romania, San Marino, Vaticano, Regno Unito e Cipro.

Ritorno dalla Francia
A partire dal 30 settembre, tutta la Francia, ad eccezione della regione del Grand-Est, è considerata una zona con rischio elevato di contagio da coronavirus e una quarantena di 10 giorni è obbligatoria per le persone che vi hanno soggiornato nei 10 giorni precedenti l'entrata in Svizzera.

Distacco
In caso di distacco, come avveniva prima dell'inizio della crisi COVID, si applicano le disposizioni generali sulla notifica dei dipendenti temporaneamente distaccati (notifiche sulla piattaforma SIPSI), compresi i documenti necessari per ottemperare alle disposizioni imperative di diritto del lavoro per i dipendenti distaccati e la nomina di un rappresentante delle autorità.

Mascherine
A causa del crescente numero di infezioni, dal 20.07.2020 è in vigore in Francia l'obbligo generale di indossare una mascherina per le persone di età superiore agli 11 anni in tutti gli spazi pubblici chiusi. L'estensione dell'obbligo della mascherina riguarda tra l'altro banche, negozi e mercati coperti. In caso di inosservanza possono essere inflitte multe fino a 135 euro.

Attenzione: tutte le informazioni senza garanzia!

Informazioni ulteriori: 

Guida FNTR (in francese)

Altri link: 

Informazioni del governo francese (in francese) 

 


Riguardante il tema